Le arance sono un rimedio contro il raffreddore? Ecco la verità

L’arancia, si sa, è un frutto dai mille benefici che, oltre ad avere un ottimo sapore, restituisce anche grande vitalità al nostro corpo, aiutandolo in caso di influenza e raffreddore. Come mai? Il principale beneficio dell’arancia è il suo alto contenuto di vitamina C, anche se è molto ricca di vitamine A e B e di minerali quali il calcio, il magnesio, il fosforo e il potassio. Questo suo incredibile valore nutritivo la rende un alimento ideale per fortificare il sistema immunitario e per prevenire qualsiasi malattia.

Come tutti gli altri agrumi, l’arancia ha proprietà antiossidanti e aiuta a mantenerci giovani, sia dentro che fuori ed è inoltre un frutto dalle grandi proprietà depurative per cui è ideale per ripulire il fegato, i reni e l’intestino. L’arancia ci aiuta a proteggere il nostro organismo dalle malattie cardiovascolari dato che migliora la circolazione, regola la pressione arteriosa e riduce i livelli di trigliceridi nel sangue. Per preparare questo rimedio è importante scegliere delle arance biologiche senza l’utilizzo di prodotti chimici. Ciò è indispensabile non soltanto perché è più sano, ma anche perché per questo rimedio si usa la buccia delle arance che contiene molteplici proprietà benefiche, ma potrebbe anche trattenere dei residui chimici dei pesticidi.

La buccia dell’arancia, così anche come la buccia di tutti gli agrumi, è tanto benefica quanto la sua polpa e forse anche di più poiché contiene più nutrienti dalle proprietà antinfiammatorie e digestive. Come si prepara questo rimedio? Ciò di cui abbiamo intanto bisogno sono: 3 arance biologiche intere e con la buccia, 150 grammi di zucchero di canna, 2 cucchiai di cannella in polvere, 1 di curcuma e uno di zucchero in polvere e 1 litro di acqua. Dopo di che si devono mettere tutti gli ingredienti in una pentola grande con il coperchio aggiungendo le arance tagliate a pezzi e con la buccia per poi cuocere per qualche minuto. Si deve poi lasciare riposare il composto e frullarlo fino ad ottenere una crema omogenea, successivamente si conserva in frigorifero all’interno di alcuni vasetti di vetro chiusi ermeticamente.

Come possiamo utilizzare questo composto? Per prevenire influenze e raffreddori vari, potete consumarne fino ad un cucchiaio al giorno ingerendo questo composto a digiuno da solo oppure mescolato con un po’ d’acqua. Se invece vi trovate già nella fase acuta della malattia, con forti sintomi d’influenza o di raffreddore, vi consigliamo di prenderne un cucchiaio tre volte al giorno per ben 10 minuti prima dei pasti. Potete inoltre usare tale rimedio per migliorare la digestione in caso di gas, acidità o stitichezza ma in questo caso va ingerito come se fosse un infuso. Dopo mangiato, sciogliete poi un cucchiaio del composto in un bicchiere d’acqua calda e bevetelo molto lentamente.