Soffri di colesterolo alto? Cambia subito questa abitudine

La produzione del colesterolo avviene per l’80% a livello endogeno (cioè dipendente dal nostro organismo) e soltanto per il 20% avviene a livello esogeno (quindi legato alla nostra alimentazione). Ma quali sono i sintomi del colesterolo alto? Salvo per alcune eccezioni ben specifiche, come per esempio l’Ipercolesterolemia Familiare, ovvero una malattia ereditaria in cui in età giovanile vengono sviluppati degli alti livelli di colesterolo “cattivo”, i livelli sono asintomatici ed è necessario misurarli con delle analisi di routine.

Al fine di prevenire gravi rischi di malattie pericolose come quelle cardiovascolari, sarebbe opportuno non superare valori di 200 mg/dl totali, tenendosi quindi ben al di sotto della soglia di 100 mg/dl per il colesterolo LDL. Esistono tuttavia dei rimedi naturali che includono un’alimentazione corretta e dell’attività fisica. Cosa vuol dire alimentazione sana? Un’alimentazione equilibrata e sana non comporta sempre l’ipercolesterolemia.

Spesso a causa delle nostre abitudini molto poco ordinate e improntate ad uno stile di vita fin troppo frenetico, è possibile eccedere nei consumi di cibi che favoriscono il colesterolo alto, primi fra tutti gli acidi grassi trans, gli zuccheri e i grassi idrogenati. Inoltre, la totale assenza di attività fisica può chiaramente portare al sovrappeso aumentando, per cui, tutti i rischi derivanti dall’assunzione di cibi ipercalorici. Per abbassare il colesterolo senza l’ausilio dei farmaci, l’unica strada che ci sembra possibile è quella di osservare alcune abitudini sane, la prima delle quali riguarda proprio l’alimentazione. Ecco allora dei cibi da evitare per il colesterolo alto:

  • margarina;
  • oli vegetali parzialmente idrogenati e raffinati;
  • paste dolci, merendine e snack;
  • farciture per brioches e glasse per torte industriali;
  • patate fritte e qualsiasi tipo di prodotto impanato e surgelato;
  • würstel confezionati;
  • dadi da brodo;
  • zuccheri aggiunti.

Lo sbaglio più frequente commesso dalle persone, nel tentativo di abbassare gli alti livelli di colesterolo nel sangue è rappresentato dall’eliminare totale dei grassi di origine animale ma questo non è parte di uno schema alimentare equilibrato. Cosa fondamentale oltre all’alimentazione è certamente anche lo stile di vita che si conduce, il che influisce in modo particolarmente notevole, sul controllo dei livelli di colesterolo. E’ fortemente consigliato smettere di fumare, tenere il peso sotto controllo, limitare il consumo di alcol concedendosi al massimo un classico bicchiere di vino rosso ad ogni pasto. Fate però attenzione perché l’alimentazione è il punto di partenza per tenere sotto controllo i livelli del colesterolo, ma non è mai il caso di lanciarsi in diete “fai da te”.