Ecco perché a capodanno si mangiano lenticchie: “pazzesco”

Ogni famiglia ha la propria tradizione per capodanno, ma nonostante ciò, ce n’è una che le accomuna tutte, ovvero mangiare cotechino e lenticchie, la quale è una tradizione diffusa in tutta Italia, pensate che già gli antichi romani erano soliti consumare un piatto di lenticchie il primo giorno del nuovo anno, proprio come buon auspicio per garantirsi maggiori ricchezze. Si dice infatti che mangiare le lenticchie a Capodanno “porti soldi”, ma scopriamo insieme il perché. Prima di tutto basti notare la forma rotonda e appiattita di questo prezioso legume, la quale appunto ricorda le monete d’oro, inoltre, anche la cottura è un fattore importante.

Poiché l’aumento del volume del legume, fa pensare ad un accrescimento, quindi ad una ricchezza crescente. Ecco perché le lenticchie sono simbolo di ricchezza e prosperità. Pensate che in passato, per essere precisi nell’antica Roma, c’era addirittura l’usanza di regalare un borsellino pieno di lenticchie il 31 dicembre.  Questo sacchettino veniva chiamato scarsella, e veniva regalato alle persone più care in quanto, perché la forma dei legumi, ricordavano molto delle monete, e l’augurio era che ogni lenticchia si trasformasse in denaro, regalo ben gradito ovviamente.

Non dimentichiamo anche che le lenticchie sono inoltre un alimento molto prezioso dal punto di vista nutrizionale, grazie al loro importante apporto calorico e per la notevole dose di fibre vegetali. Proprio per questo motivo andrebbero consumate di più e più spesso e se dobbiamo dirla tutta, forse questa tradizione che lega le lenticchie a Capodanno ne limita in qualche modo il consumo durante il resto dell’anno. Come accennato in precedenza le lenticchie sono molto ricche di fibre, di fosforo, di vitamine ed infine anche di potassio. Dunque, di conseguenza, possono essere considerate come l’alternativa più valida per chi, al giorno d’oggi, sceglie di seguire un regime di dieta vegetariana in quanto le loro molte proprietà le rendono un validissimo sostituto della carne.

Ma adesso che abbiamo parlato della storia e di tutti i benefici che possono apportare alla nostra salute, non dimentichiamo il vero significato di quest’articolo, ovvero l’importanza culturale di mangiarne un po’ nella notte di San Silvestro, per conservare intatta una tradizione millenaria. Insomma, anche se noi ci crediamo poco perché li abbiamo mangiati ogni anno e non è cambiato niente, portiamo avanti questa tradizione, nel peggiore dei casi non avremo fortuna ma il nostro organismo sarà ricco di sostanze nutritive. Attenzione, per giusta regola le lenticchie devono essere accompagnate dal cotechino e consumate prima della mezzanotte.