Ecco quando fa bene mangiare arance: la lista completa dei rimedi

In questo articolo parleremo delle arance e cercheremo di capire qual è il momento più adatto per mangiarle. Le arance, insieme alle mele e alle banane, sono uno degli alimenti più amati dagli italiani; esse stanno infatti sul podio delle preferenze delle famiglie nostrane a tavola. Sin dalla loro antica importazione dall’Asia, le arance sono diventate parte integrante della dieta mediterranea e si sono diffuse molto rapidamente in ogni parte del globo. Non a caso il loro colore arancione prende il nome proprio dalla cromatura calda e accesa della buccia dell’agrume, tonalità che prima dell’avvento universale dell’arancia, veniva chiamata genericamente rosso.

Per quel che riguarda invece il momento migliore per consumare questi gustosi agrumi, bisogna dire che si devono mangiare, intanto, solo nel loro periodo naturale che va dal mese di novembre fino al mese di aprile perché, anche se le trovaste d’estate, esse non saranno buone ma anzi saranno disidratati e perderanno il loro contenuto di acqua e vitamine. Inoltre la frutta fuori stagione può facilmente essere trattata con dei pesticidi e delle sostanze chimiche quindi è meglio evitarla. Quanto ai momenti migliori della giornata, è bene mangiare le arance al mattino come colazione,  come post colazione ma anche a pranzo, dopo un primo o un secondo leggero. L’ideale in realtà sarebbe quello di consumare le arance a stomaco vuoto, al massimo fino alle ore 20.

Ma quali sono i benefici dell’arancia? Chi assume regolarmente un’equilibrata dose giornaliera di arance, è quasi sempre nel giusto; quel “quasi” indica che, le arance, come qualsiasi altro alimento presente nella nostra cucina, esistono delle controindicazioni di base anche per quest’agrume. In alcuni rari casi, infatti, si possono verificare degli effetti collaterali. Sebbene l’allergia a questi tipi di agrumi sia piuttosto inusuale, è però sconsigliato ovviamente l’utilizzo in regime di intolleranza e quando si ha dell’acidità di stomaco è meglio starne lontani, specie prima di un pasto.

Esse sono bandite categoricamente alle persone affette da gastrite, alle quali gli acidi presenti (citrico e ascorbico) nel frutto potrebbero peggiorarne i sintomi. Le arance, inoltre, non sono assolutamente un buon rimedio per cistiti e diarrea ed infine vale la pena ricordare che, per una dieta sana e ben ponderata, è raccomandato consumare le arance fino ad un massimo di tre al giorno. Piccola curiosità: l’arancia giusta è quella pesante, non ammaccata, assolutamente priva di muffa e con la buccia ben soda e tesa.