Bere acqua e limone al mattino fa dimagrire? Parola all’esperto

Il limone, è considerato il “frutto giallo” per eccellenza, inoltre è dotato di una notevole quantità di proprietà positive. Di conseguenza nel momento in cui viene assunto quotidianamente e con il giusto dosaggio, riesce ad offrire al corpo una serie di benefici non indifferenti. Gli studi su questo straordinario prodotto e sul suo intervento nel processo di dimagrimento, sono stati molto lunghi e accurati, cercando di capire se il limone aiuta effettivamente a perdere peso oppure è una tra le tante voci di popolo radicate nel tempo.

Le ricerche degli ultimi anni sembrano aver confermato la sua efficacia, attenzione però perché è pur sempre limitata a determinate situazioni e determinate quantità. Vediamo insieme come agisce il limone sul nostro organismo e perché il suo intervento ci aiuta nella riduzione del peso. Leggendo semplice le prossime righe, avrete a disposizione un opinione sicura, a cui potervi affidare senza preoccupazioni. Il limone offre una vasta quantità di vitamine e sali minerali. Per essere precisi è fonte principalmente di vitamina C, di potassio, di calcio ed infine di fosforo. Quest’ultimi sono tutti nutrienti che si uniscono per riuscire ad offrire all’organismo umano protezione e cura.

Pensate che inoltre, la sua azione purificante aiuta notevolmente anche a prevenire fastidi come ad esempio la formazione dei calcoli renali e biliari. Per quanto riguarda il suo ruolo nel processo di dimagrimento, possiamo dire che è strettamente legato alla presenza di un particolare componente, mi riferisco alla pectina. Per capirci, parliamo semplicemente di un polisaccaride, contenuto soprattutto nella buccia del limone e solo parzialmente nella polpa. La pectina è dotata della grande capacità di intervenire sulla digestione umana e limitare la capacità dell’intestino di assorbire zuccheri e grassi. Inoltre, gli ultimi studi, hanno confermato che la pectina, riesce anche ad aumentare il senso di sazietà, aiutandoci così ad arrivare fino al pasto successivo senza però incorrere nel rischio di ricadere nella cosiddetta “fame nervosa”.

Quest’ultima ci spinge a mangiare praticamente qualsiasi cosa. Se la pectina che, come accennato in precedenza, si trova in maggior quantità nella buccia, aiuta nel dimagrimento attaccando direttamente l’intestino, il succo di limone lavora invece con i reni. Essendo diuretico e purificante, il succo riesce a depurare il nostro corpo ed aiutarlo nel processo che riguarda l’eliminazione delle tossine in eccesso. Dunque, se il limone non intervenisse in maniera rapida, la presenza delle tossine impedirebbe il dimagrimento. Per poter massimizzare l’azione del limone basta soltanto assumere ogni mattino un bicchiere di acqua tiepida con il succo di mezzo limone.