Come togliere le macchie di candeggina? Ecco un trucco pazzesco

Spesso ci capita, durante le pulizie di casa, di usare la candeggina e di macchiare per errore indumenti, tende o altri elementi che usiamo quotidianamente. Ma non disperate; è, infatti, possibile rimuovere le macchie provocate da questo prodotto. Qui vi diremo alcuni trucchi per rimuovere le macchie di candeggina dai tessuti. Innanzitutto, vediamo la composizione e le caratteristiche della candeggina, per poter porre rimedio ai danni che può arrecare ai nostri indumenti. Con questo prodotto, noto anche con il termine di “varechina”, si intende l’ipoclorito di sodio, ovvero il sale ricavato dall’ “acido ipocloroso”.

In chimica la sua formula corrispondente è NaClo, comprendente un atomo di cloro, uno di sodio e uno di ossigeno. Ciò che rende la candeggina un prodotto altamente riconoscibile anche senza averlo sott’occhio, è il forte odore che emana quando la usiamo, dovuto principalmente alla presenza di cloro. La candeggina è uno sbiancante molto potente. È perfetta per smacchiare tessuti, per le pulizie della casa, riportando le varie superfici al loro colore originario anche in presenza di muffe o di funghi. Questo perché presenta altri due poteri fondamentali: quello di disinfettare e di uccidere i funghi.

Vediamo adesso come agisce sui tessuti. È importante sottolineare che la candeggina agisce anche come decolorante, infatti alcune volte può anche danneggiare il colore degli indumenti con il suo potere corrosivo. Attenzione però. Dovete sapere che la candeggina, se entra a contatto con pelle o occhi, può essere molto lesiva. Dunque, se dovesse capitarvi una cosa simile, sciacquate la parte interessata.

Vediamo ora come rimuovere la candeggina dai colori scuri. Precisiamo che le macchie di candeggina sono le più difficili da rimuovere, soprattutto se è passato molto tempo, permettendo alle componenti chimiche di reagire efficacemente. Nel caso di una macchina appena verificatasi, spruzzate lo smacchiatore nella zona colpita e lasciarlo agire. Aspettate qualche minuto, prendete una pentola piena d’acqua e versate il detersivo. Riponete il capo all’interno e portate ad ebollizione per 15 minuti. Successivamente sciacquiate l’indumento e mettetelo in lavatrice a 90 gradi con poco perborato di sodio.

Questo metodo funziona se si agisce tempestivamente e con tessuti resistenti. Se si tratta di tessuti delicati, versate direttamente dell’alcool sulla macchia e lasciatelo agire. Successivamente risciacquare la zona interessata con latte e acqua. Nel caso di colori scuri, potrete recuperare il vostro indumento macchiato acquistando un prodotto colorante. In commercio ne esistono parecchi, ma è importante tenere conto del colore di partenza o il risultato potrebbe non essere perfetto.